Eliche non zincate

L’elica è costituita da un’asta con un’estremità occhiellata e l’altra saldata a una lamiera esagonale sagomata a forma elicoidale.

Eliche non zincate

Una volta avvitata nel terreno, essa permette di fissare i fili o le funi di ancoraggio del palo di testata di un impianto di frutteto.

MATERIALE UTILIZZATO
L’asta è costituita da un tondino in acciaio nervato di 26 mm di diametro, con un’estremità occhiellata per garantire l’aggancio delle funi o dei fili.
La piastra elicoidale è costituita da lamiera in acciaio, di diametro variabile dai 250 mm ai 400 mm e di spessore da 6 mm a 8 mm, saldata all’estremità opposta dell’asta nervata, sia sotto che sopra la piastra, a formare l’elica.
L’acciaio, inoltre, è riciclabile al 100% e quindi non presenta problemi di smaltimento.

PROTEZIONE DALLE INTEMPERIE
Le eliche esagonali non vengono zincate in quanto gli spessori dell’acciaio e il diametro dell’asta sono sufficientemente rilevanti da ridurre al minimo il pericolo di corrosione perforante e conseguente distruzione del prodotto.

QUALITÀ
Gli ancoraggi a elica hanno superato brillantemente i test di tenuta, ottenendo risultati di resistenza alla trazione ideali per la realizzazione di impianti di frutteto e, soprattutto, di coperture anti-grandine e anti-pioggia.
Tali risultati, abbinati alle tipologie di impianto, consentono di ottenere una tabella d’utilizzo, fondamentale per la costruzione di strutture sicure e affidabili.

TABELLA DI UTILIZZO

Descrizione Coperture Lunghezza max filari
Elica non zincata da mt 1,50 piatto esa 1500/25/250-6 SI 300 m
Elica non zincata da mt 1,50 piatto esa 1500/25/300-6 SI 400 m
Elica non zincata da mt 1,50 piatto esa 1500/25/250-8 SI 400 m
Elica non zincata da mt 1,50 piatto esa 1500/25/300-8 SI 400 m
Elica non zincata da mt 1,50 piatto esa 1500/25/400-8 SI 400 m

Le indicazioni relative all’utilizzo sono state ricavate da test fatti su terreno di resistenza media con δ pari a 1 kg/cm2.
Ogni variazione di resistenza del terreno farà mutare i valori indicati in tabella.

COMPORTAMENTO IN USO
Considerate le sue dimensioni, questo tipo di ancoraggio è ideale per la realizzazione di impianti di copertura anti-grandine, anti-pioggia o ombreggianti.
L’elica va utilizzata solo in terreni privi di ghiaia o roccia, la cui presenza impedirebbe il normale avvitamento della stessa.
Grazie a una particolare lavorazione, il bordo del piatto è stato reso affilato consentendone la facile e veloce infissione nel terreno, anche quando molto compatto.
L’ancoraggio a elica presenta grande praticità di installazione: l’avvitamento dello stesso nel terreno, senza la necessità di effettuare scavi preventivi, consente di avere un ancoraggio con tenuta ottimale e immediatamente utilizzabile. Una volta infisso, infatti, basta collegare il palo di testata con la fune scelta e mettere in tensione il tutto.

Altri prodotti di questa categoria

Compila il seguente modulo e riceverai automaticamente la scheda tecnica all'indirizzo email indicato.

Scheda tecnica ITA
Privacy *
Newsletter

Compila il seguente modulo e riceverai al più presto una risposta dal nostro staff

Contatti ITA
Tipo coltura *
Privacy *
Newsletter