Luppolo

Come si coltiva, dettagli sull’impianto, tutte le informazioni tecniche dall’installazione alla raccolta.

Luppolo

Il luppolo è una pianta perenne a fiore, appartiene alla famiglia delle Cannabacee e può raggiungere i 7 metri di altezza con una durata di circa 25 anni. Cresce spontaneamente lungo le rive dei fiumi o ai margini dei boschi in aree fresche e non troppo umide, fino ai 1200 metri di altitudine, con terreni fertili e ben drenati.

La coltivazione del luppolo è iniziata a partire dal IX secolo in Inghilterra; pur essendo già noto come pianta, fino ad allora nessuno aveva pensato di coltivarlo in modo intensivo.

In Italia fu l’agronomo Gaetano Pasquì di Forlì a introdurne la coltivazione e divulgarne le preziose qualità già dal 1860.

Negli ultimi anni il mercato del luppolo si è espanso molto nella filiera produttiva della birra, tanto che oggi 1 Kg di luppolo viene venduto ai birrifici a prezzi variabili tra € 15,00 e € 100,00 (o anche più per varietà particolarmente pregiate), cifre che lasciano intuire un mercato redditizio.

Le ragioni principali di questo successo sono due. La prima è che la pianta fornisce al mosto un delizioso aroma e profumo e la caratteristica nota amara alla birra. La seconda è che il luppolo agisce come conservante, fornendo stabilità alla birra e permettendole di mantenere a lungo le sue caratteristiche organolettiche.

Proprio questa particolare proprietà conservativa del luppolo ha favorito il trasporto, la diffusione e la conservazione della birra in tutto il mondo: infatti, prima dell’utilizzo del luppolo la birra prodotta era destinata solo all’uso locale.

Parlando di sistemi di coltivazione, l’impianto luppolo è composto da una tensostruttura costituita da pali in calcestruzzo precompresso, collegati tra loro da cavi e fili di acciaio tenuti in tensione da appositi ancoraggi infissi nel terreno.

In Valente abbiamo sviluppato un preciso know how per questo particolare prodotto e gli impianti vengono realizzati seguendo alcune importanti specifiche progettuali.

Impianto per luppolo completo Valente

Nello specifico, le sezioni dei pali utilizzate in un impianto di luppolo sono mediamente superiori per grandezza e resistenza rispetto a quelle utilizzate nei tradizionali impianti di frutteto e vigneto. Questa scelta è motivata dalla necessità di raggiungere altezze elevate per favorire la massima produttività della pianta.

 L’impianto Valente, completo di accessori progettati appositamente per il luppolo, consente di ottenere la massima efficienza produttiva aumentando il numero di piante nella stessa area.

Le piante, infatti, possono essere posizionate sia lungo la linea dei pali sia tra le file (dove non ci sono i pali), garantendo in ogni caso la stabilità della struttura anche a pieno carico.

In Italia Valente detiene una leadership indiscussa, in quanto prima e unica azienda che ha sviluppato un’esperienza specifica con prodotti ideati per fornire apposite soluzioni per i luppoleti.

E’ inoltre ormai consolidata la nostra partnership con Mrhops, con il quale si è raggiunta un’eccellente collaborazione sull’impiantistica relativa alla cultura del luppolo.

In questo modo, l’agricoltore può avere un solo riferimento per l’intero processo produttivo, dall’acquisto della pianta (tra moltissime varianti proposte) alla realizzazione della struttura.

Una seconda importante partnership è inoltre stata realizzata dalla Valente con la prestigiosa Università degli Studi della Tuscia di Viterbo; l’accordo vede la nostra azienda in prima linea come sponsor della ricerca sperimentale di un nuovo impianto di Luppoleto che l’Università sta conducendo sul campo con risultati molto promettenti.

Altri prodotti di questa categoria

Compila il seguente modulo e riceverai automaticamente la scheda tecnica all'indirizzo email indicato.

Scheda tecnica ITA
Privacy *
Newsletter

Compila il seguente modulo e riceverai al più presto una risposta dal nostro staff

Contatti ITA
Tipo coltura *
Privacy *
Newsletter